Statuto e Stemma

Vittorio Emanuele III

Per grazia di Dio e per volontà della Nazione Re d'Italia
Ci piaque con Nostro Decreto in data ventotto giugno millenovecentoventotto concedere al Comune di Pinzolo, in Provincia di Trento, la facoltà di usare uno stemma civico. Ed essendo stato il detto Nostro Decreto registrato, come avevamo ordinato alla Corte dei Conti e trascritto nei registri della Consulta Araldica dell'Archivio di Stato in Roma. Vogliamo ora spedire solenne documento della accordata grazia al Comune concessionario. Perciò in virtù della Nostra Autorità Reale e Costituzionale, dichiariamo spettare al Comune di PINZOLO, in Provincia di Trento, il diritto di far uso dello stemma civico miniato nel foglio qui annesso che è: D'argento, al rododendro, fiorito di tre al naturale. Lo scudo sarà fregiato di ornamenti da Comune. CAMANDIAMO poi alle Nostre Corti di Giustizia, ai Nostri Tribunali ea a tutte le Potestà civili e militari di riconoscere e di mantenere al Comune di PINZOLO, i diritti specificati in queste Nostre Lettere Patenti, le quali saranno sigillate col Nostro Sigillo Reale, firmate da Noi e dal Capo del Governo, Primo Ministro Segretario di Stato, vedute alla Consulta Araldica.
Date a Roma addì quattro aprile dell'anno millenovecentoventinove, trentesimo del Nostro Regno.
fto Vittorio Emanuele
fto Mussolini

Stemma storico del Comune di Pinzolo

Lo Statuto del Comune di Pinzolo è stato approvato con delibera di Consiglio nr. 53 di data 4 settembre 2006 e ss.mm.

Mercoledì, 26 Marzo 2014 - Ultima modifica: Mercoledì, 01 Giugno 2016

Questionario di valutazione

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam

© 2017 Comune di Pinzolo powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl